Home / Audio & Video / Tre punti ed ossigeno per il Marsala: sbancato il Nino Vaccara
14671263_926308174167578_6233536054630310088_n

Tre punti ed ossigeno per il Marsala: sbancato il Nino Vaccara

E’ arrivata alla quinta giornata del campionato di Eccellenza la tanto agognata prima vittoria della gestione Galfano in casa azzurra.
Dopo una partita non bellissima ma giocata a viso aperto da entrambe le compagini, il Marsala 1912 ha superato i cugini del Mazara Calcio, in casa loro, per 1-0.

LA CRONACA:
Mister Modica, fedele al proprio credo “zemaniano”, schiera i suoi con un 4-3-3 con Di Carlo; Scardillo, Gargiulo, Gueye, Mercurio; Licata, Lamarana, Lo Grasso, Cissè, Meo e Giacalone (K).
Angelo Galfano risponde a specchio con Maltese (K); Gennaro, Lombardo, Costa, Iabichella; Ciancimino, Calabretta, Caltagirone; M’Baye, El Amraoui e Tumbarello.

Davanti a un buon numero di spettatori (circa 500), il Mazara parte forte col primo tiro dell’incontro di Giacalone.
Al minuto 9 è Costa a beccarsi il primo giallo dell’incontro. Al ’12 l’occasione più ghiotta della prima frazione: tira Giacalone, Maltese smanaccia in maniera perfetta e Meo fallisce il più facile dei tap-in.
Al ’29 primo squillo azzurro: M’Baye sulla destra stoppa bene, ma il suo tiro viene bloccato da Di Carlo. Poco dopo lo stesso attaccante marsalese si infortuna all’inguine (da verificare l’entità del danno) e costringe Galfano al cambio forzato con Moussa.
Prima del break è ancora la squadra di Modica a spingere, ma un’azione convulsa sugli sviluppi di un calcio da fermo si conclude in un niente di fatto.
Nella ripresa la gara si accende.
Al ’49 il fresco ex Licata scheggia la traversa su punizione dai 20 metri, con Maltese clamorosamente immobile.
Al ’61 è Di Carlo a superarsi in doppia battuta, prima su Tumbarello e poi su Moussa.
Al minuto 67 il Mazara batte rapidamente un calcio di punizione dalla sinistra, cogliendo la difesa lilibetana a dir poco impreparata. Cissè “grazia” gli ospiti mandando alto di testa tutto solo da dentro l’area piccola.
Minuto 69, ed ecco l’unico gol dell’incontro: Maltese rinvia rapidamente lungo e pesca Tumbarello sul filo del fuorigioco sulla sinistra, l’attaccante marsalese con un pallonetto perfetto infila Di Meo. 0-1.
Il Mazara non ci sta, riprende il pallino del gioco e si riversa in avanti; al ’71 Giacalone spara sull’esterno della rete un pallone che dà l’illusione ottica del pareggio. All’ottantesimo è Mercurio a mandare di poco a lato.
Al minuto 85 il Marsala parte in contropiede: viene lanciato il neo-entrato Schallembergh, che viene falciato da Di Carlo in disperata uscita. E’ cartellino rosso diretto.
Modica, esauriti i cambi, manda in porta il giovane terzino sinistro Scardillo.
I dodici minuti conclusivi (cinque regolamentari e ben sette di recupero decretati dal Sig. Robilotta di Sala Consilina), sono clamorosamente di marca canarina.
Il Marsala, infatti, con l’uomo in più e con gli avversari praticamente senza portiere, si chiude nella propria metà campo concedendo ai disperati dieci reduci gialloblù di alzare il proprio baricentro.
Al minuto ’96 un Marsala alle corde sta per capitolare, ma Ike, seppur praticamente sulla linea di porta, si ritrova il pallone buono con le spalle rivolte verso Maltese e spara incredibilmente alto.
Al triplice fischio è festa per i ragazzi di Galfano e disperazione per quelli di Modica. Quest’ultimo, a questo punto, sente la propria panchina traballare sotto di sé.

L’INTERVISTA
MR. ANGELO GALFANO

Eccellenza – Girone A
RISULTATI 5a GIORNATA:

CLASSIFICA:

Emanuele Scavuzzo

Culicchia SRL

About redazione

Check Also

Chianetta

“Black Sunday” di Chianetta, solo pareggio per il Marsala

Nel fine settimana più atteso da chi ama gli sconti, la capolista Marsala Calcio fa …